Ferra il Bosko è una giornata di “contatto puro” con il monte Amiata, un vulcano spento nel sud della Toscana, la Montagna Sacra degli Etruschi.  E’ un evento itinerante che celebra da 14 anni la notte di Ferragosto sul Monte Amiata, in provincia di Siena, con una giornata di festa (da quest’anno le giornate saranno 2) sviluppata in 3 tappe attraverso le quali si può percorrere l’iter di un’intera cena (aperitivo, primi piatti e grigliata finale) passeggiando nella natura, ascoltando musica, socializzando e gustando cibo durante la salita della montagna, da fare in varie modalità: a piedi, in bici (con possibilità di noleggio di  E-Bike), in auto o con una navetta gratuita per un percorso totale di circa 6 Km, per poi scatenasi in balli sfrenati o godersi la musica seduti nell’auditorium naturale del primo rifugio amiatino e possibilmente chiudere la serata campeggiando nei boschi circostanti.
La vera particolarità ed il vero successo dell’iniziativa sta nella sua contrastante natura intima ed allo stesso tempo collettiva. Questo perché durante il percorso i partecipanti possono vivere una moltitudine di esperienze sensoriali: si inizia entrando nel bosco con la luce del giorno, assaporando i colori della vegetazione circostante e gli odori del bosco. Salendo di tappa in tappa si può assistere alla lenta discesa del crepuscolo e dell’oscurità. Quindi si può vivere questa alternanza di momenti aggregativi – durante i ristori – e momenti di quiete ed intimità durante il tragitto. Tutta la serata converge  nel momento post cena, in cui grande musica e balli sfrenati vi accompagneranno fino a tarda notte nel main stage. Dopodichè potrete decidere – come fa tantissima gente amiatina quella notte – di campeggiare in montagna con la vostra tenda (da qui anche il nome dell’iniziativa) o tornare a casa.
Questo percorso da modo ai partecipanti di vivere una divertente serata, celebrando una tradizione – quella di Ferragosto sull’Amiata – alla quale questo evento ha donato nuova linfa vitale.
L’obiettivo sociale di Ferra il Bosko è quello di far divertire i partecipanti ed “educarli” al rispetto ed il godimento intelligente della natura donando uno spunto di riflessione sull’importanza della fruizione “giusta e sostenibile” degli spazi naturali del proprio territorio.

Il percorso è lungo circa 6 Km e si sviluppa partendo dalla 1a Tappa, presso il Museo Minerario di Abbadia San Salvatore (850 mt s.l.m.) per poi transitare, seguendo la strada provinciale immersa nei boschi dell’Amiata, nella tappa intermedia in Località Catarcione (950 mt s.l.m.) ed arrivando infine alla Terza tappa / Main stage in località Primo Rifugio Amiatino (1100 mt s.l.m.).

 

IN SINTESI:

18:00 – Inizio prima Tappa. Partenza dal Museo Minerario di Abbadia San Salvatore con Aperitivo e Antipasto.

19:30 – Inizio seconda tappa. Località CATARCIONE. Circa a metà strada con Primi piatti e musica.

21:00 – Inizio Main stage. Grigliate + spettacolo di cabaret Live + Musica live (vedi la sezione “line up”).

CI SONO QUATTRO MODI PER FARE FERRA IL BOSKO:

A Piedi, in bici, in navetta ed in auto.

Il miglior modo di fare Ferra il Bosko – ove possibile – è a piedi o in bici.

A piedi

C’è un ampio parcheggio disponibile alla prima tappa con navette ogni mezz’ora lungo ogni tappa, fino a tarda notte. Potete anche fare una porzione a piedi e usufruire della navetta prendendola alla tappa intermedia.

Tour guidato

Se sei interessato a visitare i boschi dell’Amiata senza rinunciare alla cena a tappe, da quest’anno sarà possibile partecipare ad un’escursione guidata che affronterà la cena a tappe percorrendo i sentieri all’interno del bosco.
ATTREZZATURA E ABBIGLIAMENTO
OBBLIGATORI:
– Scarpe da trekking,
– torcia,
– 1.5 litri d’acqua.
CONSIGLIATI:
– Bastoncini da trekking
– Felpa
N.B. Vestirsi a strati con indumenti traspiranti e antivento/antipioggia
– indumenti di ricambio
Gli accompagnatori si riservano la facoltà di negare la partecipazione qualora giudicassero non adeguato l’equipaggiamento posseduto dall’escursionista.
RITROVO: ore 17,30 presso il Museo Minerario. Partenza ore 18:00 circa
COSTO: 10€ (numero chiuso)
Per info: 3386738325 (Giacomo) / ferrailbosko@gmail.com

E-Bike e bici

“Il percorso a piedi di Ferra il Bosko non fa per te? Partecipa in bicicletta!

Offriamo il noleggio di e-mtb per poter fare una piacevole escursione nei boschi accompagnati dalle guide di Amiata Freeride.

Un itinerario alla portata di tutti che includerà tutte le tappe della cena, con arrivo alla festa finale al Primo Rifugio Amiatino.

Una volta arrivato non dovrai preoccuparti di scendere in bici di notte e potrai goderti la festa: il rientro sarà con le navette che saranno attive per tutta la durata dell’evento. Saremo noi a recuperare le bici nel punto di ritrovo.

In auto

E’ possibile ma sconsigliato farla in auto per almeno tre motivi: 1)non è lo spirito giusto per questo evento, 2) i parcheggi lungo le tappe non sono molti, 3) Se bevete ovviamente non potete guidare per tornare, ci sono dei sacrosanti controlli sulla strada onde evitare che facciate del male a voi stessi e sopratutto agli altri.
N.B. In caso di problemi di mobilità naturalmente potete comunque partecipare usando l’auto.

CONSIGLI UTILI PER FARLA A PIEDI/NAVETTA:

– Acquistare il ticket cena completo alla prima tappa (25,00 €) cosi avrete già tutti i buoni per pasti e bevande e potrete risparmiare rispetto all’acquisto nelle singole tappe.
– Scarpe comode ed abbigliamento estivo da montagna con materiali rifrangenti per farsi ben vedere dalle auto. (Va bene anche il giubbotto dell’auto.)

– Lampadina per la parte finale del percorso, che sarà sul crepuscolo/notturna.

PARCHEGGI E NAVETTA:

C’è un ampio parcheggio alla prima tappa dove potrete lasciare l’auto e proseguire a piedi, con navetta o in bici/e-bike.

La navetta passa da ogni tappa ogni mezzora, dalle 18:00 alle 2:00 ed è GRATUITA.

 

PARTENZA EVENTO e PRIMA TAPPA – APERTIVO | Dalle 18:00:
Abbadia San Salvatore – Officina Meccanica | Parco Museo Minerario
Coordinate GPS : 42.882958, 11.664585

Menu Prima tappa:

Composizione con

-Entrecotè con insalatina

-Crema di carote e zenzero con focaccia croccante

-Farro con pesto di rucola e pomodorini

-Giardiniera di cipolla di tropea

-Blochette al cioccolato

Bevande:

Cocktail vari

Prosecco

Spritz

Birra

Crodini

Succhi vari

Coca cola

_________________________________

SECONDA TAPPA – PRIMI PIATTI | Dalle 19:30:
Località Catarcione | Strada provinciale Vetta dell’Amiata
Coordinate GPS : 42.896126, 11.650949

– Pasta e fagioli

– Cipollato

– Zuppa funghi e castagne

– Pasta fredda

Bevande

– Birra

– Bibite analcoliche

– Vino

_________________________________

MAIN STAGE – GRIGLIATA E CONCERTI | Dalle 20:45 alle 2:00:
Località Primo Rifugio Amiatino
Coordinate GPS: 42.903340, 11.633882

– Grigliata di carne mista

– Panini con salsiccia e condimenti vari a scelta

– Panini con verdure grigliate

Bevande:

– Birra chiara

– Birra doppio malto

– Birra senza glutine

– Coca cola

– Acqua

_________________________________

COSTO TICKET 2019: 25,00€
Il ticket completo è acquistabile direttamente alla prima tappa.
E’ possibile acquistare anche le singole consumazioni lungo le tappe, ma non lo consigliamo in termini di risparmio economico.

Il ticket comprende:

1 Consumazione aperitivo + Antipasto servito al piatto.

1 Consumazione Primi piatti + bevanda

1 Grigliata /panino + Bevanda

Tutti gli intrattenimenti dell’evento, che sono GRATUITI.

SE I QUADRI PARLASSERO BADENGO – MAIN STAGE | TERZA TAPPA || h.21:00

Il grande entertainer badengo Daniele Magini avrà l’onore e l’onere di aprire le danze nel main stage dell’evento, con un inedito esordio completamente live del celebre format dal grande successo proposto su Facebook!! Imperdibile!

Risate e momenti esilaranti come se non ci fosse un domani!

 

 

 

NUJU – MAIN STAGE | TERZA TAPPA || h.22:00

Il gruppo nasce con la volontà di unire la vena autorale Folk alla Dance della musica italiana, per creare puro divertimento!

La banda, di origine calabrese, è da sempre attenta a forti tematiche sociali unendo contenuti importanti ad una musica sempre allegra e coinvolgente.

Tra i tanti brani premiati (da Mei,Keepon,Caterpillar..) ed inseriti in svariate compilation, Il Mafiologo ha fatto parte del libro/cd “Musica Contro le Mafie”

Nel corso degli anni si sono esibiti in centinaia di concerti in Italia e Germania, tra le esibizioni da ricordare il megaevento di Ligabue Campovolo 2.0 e un opening act a Manu Chao.

 

EUSEBIO MARTINELLI GISPY ORKESTAR – MAIN STAGE | TERZA TAPPA || h. 24:00

Straordinario progetto di musica gitana ideato e realizzato da Eusebio Martinelli, virtuoso trombettista emiliano.
Ha collaborato negli anni con Negramaro, Demo Morselli Big Band, Modena City Ramblers, Mau Mau.. suona dal 2006 nella band di Vinicio Capossela.

Si presenta con la sua “Gipsy Orkestar” (gli special guest in formazione suonano con artisti quali Goran Bregovic, Shantel, Mau Mau, Saule, Modena City Ramblers).

Il caratteristico sound è una contagiosa miscela di musica tzigana e balcanica, ormai conosciuto come “Gipsy Turbo all’Italiana”

Dopo “Gazpacho” e “Apolide” è uscito nel 2017 il terzo album “DANZE” per Makeadream/GoodFellas.

DA FIRENZE:
Segui A1/E35 in direzione di Roma.
Prendi l’uscita Chiusi-Chianciano T. da A1/E35
Segui indicazioni per Monte Amiata / Abbadia San Salvatore
DA ROMA:
Segui A1dir/E35 e A1 in direzione di Firenze.
Prendi l’uscita Chiusi/Chianciano T. da A1/E35
Segui indicazioni per Monte Amiata / Abbadia San Salvatore
DA GROSSETO:
Prendi SS223, Strada Provinciale Cipressino
Prendi strada Provinciale Macinaie / Monte Amiata
Segui indicazioni per Abbadia San Salvatore
DA SIENA:
Segui SR2 in direzione di Strada Provinciale 61/SP61
Continua su Strada Provinciale 61/SP61.
Guida in direzione di Strada Provinciale Vetta dell‘Amiata a Abbadia San Salvatore

APERTURA h.10:00 | RELAX, MUSICA, BIRRA E GRIGLIA

Partendo dalla mattina, una giornata di puro relax, nel rispetto della modalità tranquilla con cui la gente vive il Ferragosto sul Monte Amiata: a contatto con la natura, accompagnata da musica leggera e da ascolto, bevande e grigliate. Una giornata in compagnia di amici e nuove cononscenze.
Se è vero che la sera del 14 agosto si rivolge ad un target sempre più variegato che comprende giovani e meno giovani, coppie e non, famiglie con o senza bambini, è vero anche che la seconda parte della serata si rivolge forse ad un pubblico più giovane.
La giornata del 15 sarà invece davvero family friendly, con un’area attrezzata per turisti e famiglie ed un apposito spazio dedicato ai bimbi.

ORE 13:30 |  ATMOSFUNK LIVE

CHIUSURA | h. 17:00

 

PERCHÈ IL 15?

Questi sono (per chi fosse interessato a conoscerli) i motivi che ci hanno spinto a fare questo stimolante raddoppio dell’evento:

Un servizio doppio. Con due giorni di evento saremo in grado di offrire un servizio in più a tutti coloro che sceglieranno il Monte Amiata per il 15 Agosto. La nostra proposta prevede una seconda giornata, che parte dalla mattina e si conclude nel pomeriggio, di puro relax, nel rispetto della modalità tranquilla con cui la gente vive il Ferragosto sul Monte Amiata: a contatto con la natura, accompagnata da musica leggera e da ascolto, bevande e grigliate, senza in nessun modo volerci né sostituire né sovrapporre all’offerta dei tanti ottimi ristoranti presenti sia in paese che in montagna. Il nostro intento è quello di supportare l’intrattenimento e l’offerta già presente. 

Un’offerta per famiglie, bambini e ragazzi di tutte le età. Se è vero che la sera del 14 agosto si rivolge ad un target sempre più variegato che comprende giovani e meno giovani, coppie e non, famiglie con o senza bambini, è vero anche che la seconda parte della serata si rivolge forse ad un pubblico più giovane.

La giornata del 15 sarà invece davvero family friendly, con un’area attrezzata per turisti e famiglie ed un apposito spazio dedicato ai bimbi.

– Ultima, ma non meno importante, la questione dei fuochi in montagna.

A seguito di lunghe riflessioni condivise negli anni sia con l’amministrazione comunale che con chi si occupa della tutela dei nostri boschi, ci è sembrato importante continuare la nostra linea di disincentivazione dell’utilizzo di fuochi spontanei e pericolosi che, come sappiamo, sono proibiti. In quest’ottica, la giornata del 15 ci permetterà di offrire il nostro modesto ma importante contributo sociale, limitando la creazione di tutti quei fuochi sparsi nel bosco ed accesi senza la giusta consapevolezza. Ognuno potrà continuare a portare avanti la tradizione della grigliata in montagna, senza però contravvenire alle regole poste a tutela del nostro territorio.